I calabresi contemporanei in letteratura

Aggiornamento: 7 apr

Siamo spesso abituati a parlare di scrittori calabresi solo riferendoci al passato: Corrado Alvaro, Saverio Strati, Mario La Cava, Francesco Perri, Pasquino Crupi. Questi nomi illustri rappresentano un riferimento fondamentale per chi si approccia alla lettura di conterranei ma spesso oscurano la presenza di scrittori contemporanei dal grande talento.

Abbiamo deciso per questo di proporvi una lista con alcuni degli scrittori contemporanei. A voi la scelta!



Danilo Chirico: giornalista e scrittore, nato a Reggio Calabria nel 1977. È autore di programmi RAI, ha scritto Chiaroscuro (Bompiani) e numerosi saggi, tra cui Dimenticati. Vittime della ‘ndrangheta (Castelvecchi).


Giovanni Tizian: giornalista e scrittore, di Bovalino (1982). Ha scritto per L’Espresso e Repubblica, caposervizio di Domani. Suo padre è stato ucciso dalla mafia. Ha scritto Atlante illustrato della ‘Ndrangheta (Mondadori Electa), Il libro nero della Lega (Laterza), Rinnega tuo padre (Laterza), Atlante illustrato di Cosa nostra (Mondadori Electa), Gotica. ‘Ndrangheta, mafia e camorra oltrepassando la linea (Round Robin Editrice).


Rosella Postorino: originaria di Reggio Calabria (1978), editor di Einaudi, vincitrice del prestigioso Premio Campiello 2018 con Le assaggiatrici, ha parlato di ’ndrangheta con L’estate che perdemmo Dio (Einaudi), senza però mai nominarla. Ha scritto numerosi libri di successo.


Margherita Catanzariti: di Locri. Autrice de Il gatto bianco (Città del Sole) con cui ha vinto un premio e di Sei nelle mie radici (Città del sole). Il libro ha delle descrizioni della Locride vere e calzanti (sia nel bene che nel male).


Domenico Dara: Vincitore del Premio Città di Como e finalista al Calvino. Malinverno è il suo terzo romanzo ed è ambientato in un paese inventato della Calabria, riconducibile un po’ a tutti i piccoli borghi. Attraverso il romanzo di fantasia descrive fatti e situazioni analoghe anche alla Locride.


Gioacchino Criaco: Scrittore, Africo 1965. Dopo anni di sperimentazione pubblica nel 2008 il romanzo noir Anime Nere con Rubbettino. Il successo per lo scritto è così ampio da diventare il soggetto di un film dall'omonimo titolo. Il libro descrive da difficoltà di vivere nell'entroterra e di sottrarsi alle "leggi" del territorio.


Mimmo Gangemi: Giornalista e scrittore (1950). Nato a Santa Cristina D’Aspromonte. Ha scritto tantissimi libri tra cui segnaliamo quello d'esordio, del 1995, Un anno d'Aspromonte. Nel 2021 Il popolo di mezzo è stato finalista al Premio Strega. Il suo genere letteario spazia dalla saga familiare al noir, dal romanzo storico al thriller.



Giusy Staropoli Calafati: Vibo Valentia, 1978. Autrice di Terra Santissima, in cui cerca di far vedere il lato bello della Calabria. Attualmente candidata al Premio Strega.


Giuseppe Aloe: Cosenza, 1962. È stato tra i finalisti del Premio Strega con La logica del desiderio, nel 2012. Tra i vari romanzi ricordiamo anche Lettere alla moglie di Hagenbach.


Carmine Abate: Carfizi, 1954. Scrittore ed insegnante di italiano di etnia arbëreshe. Autore di numerosi saggi sulla cultura, sulla migrazione. Nel 2012 vince il Premio Campiello con il romanzo La collina del vento.

47 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti